Mrs Adorable

Pelle secca e spenta durante l’inverno, la soluzione definitiva.

No comments

La neve è finalmente arrivata, permettendoci di goderci dei bellissimi weekend sugli sci. Tuttavia, insieme alla neve sono arrivati il freddo e il vento, nemici giurati della nostra pelle! Cosa fare? Seguimi in questo articolo; Sono Mrs Adorable e ti svelerò un trucco naturale.

Come spesso succede Madre Natura è la nostra migliore alleata quando si tratta di benessere e cura del corpo, e guarda un po’, anche contro il freddo e il vento abbiamo un alleato formidabile per mantenere la nostra pelle idratata e splendente.

La bellezza non è nel viso. La bellezza è nella luce del cuore

(Kahlil Gibran)

Si dice che la bellezza venga da dentro, ed è difficile non essere d’accordo con questa affermazione. Quando siamo sane e il nostro corpo ha tutti i nutrienti e le sostanze di cui ha bisogno per funzionare in modo ottimale, la nostra pelle e il nostro viso irradiano una luce meravigliosa. Il segreto che sto per svelarti non è una crema o una skin care routine, bensì un frutto dai poteri straordinari: il ribes nero.

Il ribes è una delle migliori soluzioni per far risplendere la pelle durante l’inverno perché ricco di vitamina C ed E, un antiossidante che aiuta a proteggerla dai danni causati dai radicali liberi. Inoltre, il ribes contiene acidi grassi essenziali che aiutano a mantenere la pelle idratata. e migliorarne l’elasticità.

Quali sono le cause della pelle secca in inverno?

Cause ambientale e climatiche

Purtroppo le cause in inverno che contribuiscono a rendere la nostra pelle secca e spenta sono diverse, infatti case, negozi e uffici a causa dei riscaldamenti hanno un’aria molto secca. Quando invece ci troviamo all’esterno ci pensano vento e freddo a completare l’opera contro la nostra pelle. ma c’è un nemico invisibile che spesso tutte noi ignoriamo: lo smog! In inverno a causa di giornate particolarmente fredde e umide l’inquinamento aumenta in modo esponenziale e la nostra pelle ne viene a contatto praticamente tutto il giorno.

Abitudini e routine di bellezza

Quanto è rilassante una doccia bollente dopo una fredda giornata invernale? Le docce troppo calde e saponi aggressivi possono privare la pelle dei suoi strati superiori protettivi causando secchezza e irritazione. inoltre i prodotti esfolianti utilizzati nelle nostre routine di bellezza, ottimi per pulire a fondo la tua pelle, possono rimuoverne lo strato superiore causando secchezza e irritazione. È importante utilizzare questi prodotti con cautela per mantenere la pelle sana e luminosa.

Mancanza di vitamine

Lo sappiamo tutte, Natale e Capodanno non sono certo periodo di dieta equilibrata, chi di noi non si è lasciata andare a qualche gustoso peccatuccio di gola? Cibi più grassi e meno nutrienti e ridotta disponibilità di frutta e verdura fresca hanno come diretta conseguenza carenza di vitamine e minerali, e indovina cosa succede in questi casi? Pelle secca e spenta. Le carenze di vitamine e minerali possono avere un grave impatto sulla nostra pelle, causando secchezza, desquamazione, prurito, screpolature e irritazioni. Una dieta povera di vitamine e minerali essenziali, come vitamina A, D, E e zinco, può peggiorare questi problemi.

Quali sono i rimedi naturali per la pelle secca?

Esistono diversi metodi naturali per contrastare la pelle secca e spenta causata dalla stagione invernale, alcuni si applicano esternamente pelle mentre altri vengono integrati nella nostra dieta. L’aloe e l’acido ialuronico sono rimedi molto efficaci per trattare la pelle, vengono spesso utilizzati sotto forma di creme e sieri, ma te ne ne parlerò in futuro.

Oggi voglio parlarti del ribes nero e delle sue eccezionali proprietà per donare idratazione e luminosità alla pelle. Il ribes nero è un frutto ricco di vitamine, minerali e antiossidanti, che possono aiutare a migliorare la salute della pelle. Contiene vitamine C ed E, che possono aiutare a proteggere la pelle dai danni causati dai radicali liberi, e acidi grassi essenziali, che possono aiutare a idratare e ammorbidire la pelle secca e spenta. Inoltre, il ribes nero contiene anche tannini e flavonoidi che possono aiutare a migliorare la tonicità della pelle e a ridurre l’infiammazione

Ribes Nero

Come utilizzare il ribes nero per migliorare la pelle secca?

L’utilizzo di un integratore al ribes nero può essere un modo efficace per migliorare la pelle secca. Il ribes nero è ricco di vitamine, antiossidanti e acidi grassi essenziali che possono aiutare a idratare e nutrire la pelle secca. Inoltre, è stato dimostrato che gli estratti di ribes nero aiutano a proteggere la pelle dai danni dei radicali liberi, aumentano la produzione di collagene e migliorano l’elasticità della pelle.

Per ottenere i massimi benefici, è importante scegliere un integratore al ribes nero di alta qualità e seguire le istruzioni del produttore.

Quindi non ci resta che dire:

STOP ALLA PELLE SECCA E SPENTA DURANTE L’INVERNO.

Buona bellezza naturale dalla tua Mrs Adorable

Mrs AdorablePelle secca e spenta durante l’inverno, la soluzione definitiva.
Leggi altro

MONTAGNA, NEVE E CREMA SOLARE?

No comments

Estate, mare e profumo di crema solare, è una sensazione bellissima che fa tanto vacanza, inverno, neve e profumo di crema solare dovrebbe essere altrettanto bello e caratterizzante per ciaspolate e sciate.

Lo senti quel pungente profumo di freddo nell’aria, il grigio negli occhi e quei lunghi tramonti? E’ l’inverno che arriva.

(Stephen Littleword)

Sono Mrs Adorable e sto per raccontarti qualcosa che forse non conosci. I raggi UVA e UVB tanto temuti d’estate sono presenti in quantità massicce anche in montagna, ne ho parlato tempo fa in due articoli:

In poche parole, ad alta quota a causa della riduzione dell’atmosfera i raggi solari sono più potenti e potenzialmente pericolosi, in più quando ci troviamo sulle neve per sciare, ciaspolare o goderci momenti di relax fuori dal rifugio sulla sdraio, l’effetto della rifrazione fa aumentare la quantità e la potenza delle radiazioni solari. Ecco perché è fondamentale proteggere la pelle con una buona crema solare.

I danni del sole ad alta quota

Non utilizzare la protezione solare nel lungo periodo espone la pelle all’invecchiamento precoce causato dalle radiazioni solari, mentre nel breve periodo il rischio di scottatura di viso, collo e orecchie è reale tanto quanto al mare d’estate. In montagna non ci pensiamo perché il freddo e l’alta quota non fanno percepire il calore del sole ma in realtà la sua potenza è molto alta e pericolosa. Proteggere la pelle, oltre a donare un colore molto bello e uniforme, rallenta il processo di invecchiamento cutaneo e mantiene la pelle morbida, idratata ed elastica.

Ragazza sulla neve protezione

Proteggere i più piccini con la crema solare

Sai che la pelle dei bambini è molto più fragile ed è molto più esposta ai danni dei raggi UV?

La pelle dei bambini è più sottile e il suo sistema di auto-difesa dai raggi solari non è completamente sviluppato. Questa condizione causa danni e scottature che vanno dal 50 all’80% in più durante l’infanzia e l’adolescenza.

Se i tuoi bimbi, i tuoi nipoti o i cuginetti più piccoli adorano sciare e andare con la tavola da snowboard devono essere protetti dalle radiazioni solari con tanta attenzione per far si che si divertano sulla neve in totale sicurezza.

Mamma e figlia sdraiate sulla neve

Quando applicare la crema solare

Esattamente come al mare, per mantenere massima l’efficacia della protezione, la crema solare va applicata sulle parti esposte più volte al giorno, e allo stesso modo, alla sera dopo la doccia concedersi qualche momento di relax con un dolce massaggio applicando una crema doposole per lenire e idratare la cute preparando la pelle alla giornata successiva sulla neve.

Buone vacanze, speriamo arrivi tanta neve e buona abbronzatura, sana e protetta by Mrs Adorable.

Mrs AdorableMONTAGNA, NEVE E CREMA SOLARE?
Leggi altro

Coenzima Q10, gli alimenti che lo contengono

No comments

Lo sappiamo bene, non esiste l’elisir dell’eterna giovinezza ma è possibile rallentare il tempo e i suoi effetti sul nostro corpo e la nostra pelle.

Sono Mrs Adorable e voglio svelarti un segreto tutto naturale. Si tratta del coenzima Q10, un aiuto formidabile per dare al nostro corpo tanta energia, migliorare le difese immunitarie e donarci un aspetto più bello nel tempo.

Non si può impedire di invecchiare,
ma si può impedire di diventare vecchi.

(Henri Matisse)

Il coenzima Q10 è fondamentale per la nostra vita nella produzione di energia e nella protezione dai radicali liberi. Il nostro corpo è in grado di sintetizzare il Coenzima Q10, che però tende a diminuire con l’età.

Coenzima Q10 nel pollo

Per fortuna madre natura e l’integrazione permettono di assumerlo nella giusta quantità anche se il nostro corpo non è in grado di crearsi delle scorte, questo obbliga ad una continua assunzione per godere di tutti i benefici, ecco dove è possibile trovarlo:

Carne

  • manzo
  • pollo
  • maiale (livelli più alti nel cuore e nel fegato)

Pesce

  • aringhe
  • sarde
  • crostacei
  • molluschi (gamberetti e capesante)

Ci sono alimenti che ne contengono quantità inferiori ma è bene integrarli nella nostra dieta:

  • latticini
  • uova
  • semi e frutta a guscio
  • legumi
  • verdure
  • oli vegetali
Coenzima Q10 frutta

Per comodità abbiamo fatto una piccola ricerca sugli alimenti e sulle concentrazioni di coenzima Q10

Carne e Pesce

AlimentoCoenzima Q10 (mg/kg)
Cuore di manzo113,3
Cuore di maiale118,1 – 282
Fegato di pollo116,2 – 132,2
Cuore di aringhe120,0 – 148,4
Fegato di manzo39 – 50
Fegato di maiale22,7 – 54
Manzo muscolo26 – 40
Maiale muscolo13,8 – 45,0
Sardine5-64
Merluzzo carne rossa43-67
Merluzzo carne bianca44-16
Salmone4-8
Tonno5
Coenzima Q10 spinaci

Frutta e Verdure

AlimentoCoenzima Q10 (mg/kg)
Avocado9,5
Broccoli5,9 – 8,6
Patata dolce3,0 – 3,6
Pepe verde3,3
Prezzemolo8 – 26
Cavolfiore2-7
Spinacifino a 10
Uva6 – 7
Ribes nero3
Fragole1
Arance1 – 2
Pompelmo1
Mela1

Oli e Noci

AlimentoCoenzima Q10 (mg/kg)
Olio di Soia54 – 280
Olio extravergine di oliva114 – 160
Olio di Arachidi77
Olio di Colza63,5 – 73,4
Olio di vinaccioli64 – 73
Olio di girasole4 – 15
Olio di Mandorle5 – 14
Arachidi (tostate)26,7
Pistacchi20,1
Noci19,0
Semi di sesamo18-23
Mandorle5 – 14
Coenzima Q10 noci

Quanto coenzima Q10 assumere?

La dose corretta di coenzima Q10 da assumere giornalmente varia da 90 mg a 200 mg al giorno. In caso di una dieta povera di alimenti che lo contengono è sempre possibile affidarsi ad un buon integratore per soddisfare il fabbisogno giornaliero e trarre tutti i benefici di questa magnifica sostanza.

Coenzima Q10 e bellezza, praticamente sinonimi

Con la crescente consapevolezza dell’importanza della dieta e della nutrizione nella gestione della salute, la bellezza che nasce da un corpo sano sta diventando un importante parte della beauty routine quotidiana. Noi donne prestiamo moltissima attenzione alla cura della nostra pelle con trattamenti, massaggi, creme e make up ma ancora troppo spesso ci dimentichiamo che una bella pelle è il risultato di un benessere profondo che nasce da una corretta alimentazione e integrazione per assumere sempre i principi attivi che ci fanno vivere meglio.

Integra il benessere per un corpo pieno di energia e una pelle luminosa e solare.
Tua Mrs Adorable.

Mrs AdorableCoenzima Q10, gli alimenti che lo contengono
Leggi altro

Coenzima Q10, antiage naturale

No comments

Alzi la mano a chi piace invecchiare.

Alzi la mano a chi piacerebbe un rimedio naturale.

Bene, chi ha alzato la mano potrebbe trovare molto interessante quello che sto per raccontare. Sono Mrs Adorable e oggi parlo di un rimedio naturale contro l’invecchiamento, e non solo: IL COENZIMA Q10.

È triste invecchiare ma bello maturare

Brigitte Bardot

Quanto ha ragione Brigitte? Non è possibile fermare gli effetti che il tempo ha sul nostro corpo ma possiamo rallentarli e vivere al meglio possibile. Negli ultimi anni l’integrazione è diventata parte della nostra dieta per compensare cattive abitudini alimentari, ma soprattutto perché nei cibi moderni i principi attivi sono scarsi.

Il coenzima Q10 ha molte proprietà che permettono di combattere l’invecchiamento e migliorare il benessere.

Cos’è il coenzima Q10?

Il coenzima Q10 è una molecola presente particolarmente nel cuore, nel fegato, nei reni e nel pancreas ma diffusa in tutto l’organismo. Simile a una vitamina, ha una forte azione antiossidante ed aiuta a rifornire le cellule di energia. Purtroppo c’è un ma, con l’avanzare dell’età il nostro corpo tende a produrne sempre meno, ecco perché una corretta alimentazione e l’integrazione sono fondamentali.

A cosa serve il coenzima Q10?

Grazie alle sue proprietà antiossidanti, il Coenzima Q10 aiuta a proteggere la pelle dall’invecchiamento causato dai radicali liberi e dall’esposizione ai raggi solari, andando a prevenire e ridurre le rughe e i segni del tempo. Il Coenzima Q10 svolge inoltre un ruolo importante nella produzione di energia all’interno delle cellule e per questo motivo viene proposto per aumentare la resistenza allo sforzo fisico e per rinforzare il sistema immunitario.

Quanto coenzima Q10 assumere al giorno?

La quantità da assumere dipende da diversi fattori, in genere per gli adulti la dose raccomandata è di 30 – 200 mg al giorno. Anche se in natura esistono diversi alimenti che ne contengono buone quantità la fonte più sicura e controllata è senza dubbio l’integrazione. Se vuoi sapere quali sono i cibi che ne contengono di più non perderti il prossimo articolo.

Buona integrazione e buon benessere dalla tua Mrs Adorable.

Mrs AdorableCoenzima Q10, antiage naturale
Leggi altro

Colesterolo più alto dopo le vacanze. Attenzione!

No comments

L’estate è grigliate con le amiche e gli amici, aperitivi, vacanze al mare o in montagna, e si sa quando ci rilassiamo e troviamo tutto pronto è più facile lasciarsi andare a qualche peccato di gola in più. Chi non ha fatto due giri al buffet della colazione? Chi ha lasciato i buoni propositi a casa concedendosi qualche frittura di pesce o si è lasciata tentare dalla cucina montana, saporita al punto giusto, e assaggiare canederli, speck e formaggi nelle soste nei rifugi? Sai che tutti i piatti che ho appena elencato sono ideali per far schizzare il colesterolo alle stelle?

Sono Mrs Adorable e non ti sto sgridando, in fin dei conti sono vacanze, qualche vizietto è sacrosanto! Niente da dire ma al rientro dalle vacanze è bene rimettere le cose a posto e cercare di far tornare nella norma i valori del nemico giurato della nostra salute: il colesterolo. Seguimi, con 3 semplici consigli potrai controllarlo meglio a tutto vantaggio della nostra salute.

Fritto misto e il colesterolo ringrazia

Attenzione a cosa mangi

Sembra banale ma presa dai ritmi dell’estate potresti essere tentata, una volta rientrata dalle ferie, di proseguire con una dieta ricca di grassi, i vizi sono difficili da eliminare. Cerca di limitare gli aperitivi, alcol, patatine, pizzette e crocchette non sono certo ideali per mantenere livelli bassi di colesterolo, a colazione per quanto possibile modera il consumo di zuccheri, cornetti e dolci, per pranzo e cena meglio concedersi tanta verdura e frutta, che tra l’altro hanno il potere di far durare l’abbronzatura più a lungo (se ti sei persa l’articolo ne parlo qui Come mantenere un’abbronzatura dorata), donano al nostro organismo freschezza e idratazione, inoltre hanno il grosso vantaggio di saziare senza appesantire fegato e digestione. Preferisci zuppe di legumi ed evita primi piatti troppo conditi ed elaborati.

Jogging, benessere per tutti
Workout a casa contro il colesterolo

Muoviti!

Lo so, non tutte hanno la voglia di fare attività fisica, ma prova ad inserire nella routine alcune pratiche salutari per iniziare a fare la differenza. Se ad esempio ne hai la possibilità scegli le scale al posto dell’ascensore, cerca di fare qualche passeggiata, magari in compagnia di un’amica, se hai un amico a quattro zampe allunga il giro di un isolato e se proprio non ne vuoi sapere della palestra ritagliati 20/30 minuti di aerobica a casa seguendo qualche video su Youtube, è pieno di programmi di allenamento molto divertenti. Per comodità te ne segnalo alcuni comparsi dalla ricerca “aerobica a casa” ma ce ne sono tantissimi altri.

Integra

L’integrazione è sempre più indispensabile per il nostro benessere, i principi attivi, vitamine e sostanze buone sono sempre meno presenti nella dieta di tutti i giorni e se desideri apportare le giuste sostanze al corpo è necessario integrare. Fortunatamente esistono in natura sostanze che aiutano a controllare il colesterolo come ad esempio il Ribes nero. In particolare l’olio di Ribes nero è un vero e proprio toccasana per il tuo organismo ed è facile assumerlo, è possibile trovare in commercio perle da ingerire che ne apportano la giusta quantità. L’olio di semi di Ribes migliora la circolazione ma è anche un portento, grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, per contrastare reumatismi, artrosi e colesterolo.

Abbi buona cura del tuo corpo, è l’unico posto in cui devi vivere.

Jim Rohn

Come vedi con semplici azioni è possibile tornare ad una vita sana ed equilibrata e controllare meglio i valori del colesterolo. Buon benessere a te da Mrs Adorable.

Mrs AdorableColesterolo più alto dopo le vacanze. Attenzione!
Leggi altro

Come mantenere un’abbronzatura dorata

No comments

Quanto tempo e quanta fatica hai fatto per ottenere un’abbronzatura dorata e luminosa? Le vacanze passano e il rischio è quello di vedere svanire il bel colore della pelle in un attimo. Senza alcuni piccoli trucchi, che poche mettono in pratica, ci si ritrova in pochi giorni quasi al punto di partenza, rimpiangendo la nostra bella tintarella come un ricordo ormai passato.

Ma sono Mrs Adorable e sono qui per aiutarti!
Ti sto per svelare alcuni segreti per prolungare il colore della tintarella il più a lungo possibile. Ecco i miei 5 consigli top:

Prolungare l'abbronzatura con i cibi giusti

1- Cura l’alimentazione

Tempo fa ho parlato di quanto sia importante l’alimentazione per avere un’abbronzatura dorata, se ti sei persa gli articoli e devi partire per le vacanze ti consiglio di dargli una sbirciatina:

L’abbronzatura perfetta, cosa mangiare

Quali sono gli alimenti ricchi di beta carotene?

Allo stesso modo l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale per prolungare l’abbronzatura che con tanta fatica hai acquisito, idratazione e cibi che stimolano la melanina sono il top per raggiungere l’obiettivo. Abituati a consumare una dieta ricca di frutta e verdura, preferisci quelli colore giallo-arancio, frutti rossi antiossidanti, frutta secca e olio di oliva, ti aiuteranno a mantenere la pelle morbida evitando quella secchezza che accelera screpolatura e spellamento. Ricorda che una dieta ricca di acqua, frutta e verdura non solo è un’ottima alleata dell’abbronzatura me è una vera e propria manna per il nostro corpo messo sotto stress da fritture e qualche piccolo vizietto che ci concediamo in vacanza. Non dimenticarti inoltre del beta carotene, oltre ad essere un ottimo alleato del nostro organismo ha la capacità di donarti un colore della pelle più scuro, il mio consiglio è di assumerlo attraverso la dieta e integratori di qualità.

Abbronzatura meglio la doccia

2 – Meglio la doccia, evita il bagno caldo

Devi sapere che il contatto prolungato della pelle con l’aqua calda della vasca da bagno favorisce la desquamazione. Una bella doccia non eccessivamente calda è un aiuto incredibile per mantenere la pelle elastica. Il mio consiglio è di utilizzare detergenti naturali, non troppo aggressivi per non lavare via l’abbronzatura.

3 – Asciugati tamponando e non strofinare

Una volta terminata la doccia asciugati tamponando la pelle. Lo strofinamento dell’asciugamano tende a stressare la pelle e facilita la perdita di colore. Cerca di scegliere asciugamani e accappatoi in microfibra, oltre ad essere più leggeri hanno una capacità assorbente di gran lunga superiore alla tradizionale spugna.

Nel caso ti fosse avanzata della crema doposole dalla tue vacanze utilizzala! Ha ottimi poteri lenitivi e idratanti che aiutano a mantenere la pelle morbida e compatta favorendo la conservazione del colore, inoltre eviterai di sprecare il prodotto che come le creme solari ha una scadenza.

4 – Evita quanto più possibile l’aria condizionata

Sai che l’aria condizionata è nemica della tua abbronzatura dorata? Lo so, in questo periodo è praticamente impossibile farne a meno ma più resisti e più a lungo durerà la tua magnifica tintarella che con tanta fatica hai raggiunto. L’aria condizionata infatti tende a seccare la pelle intaccando il primo stato, proprio quello colorato, l’effetto è che la cute secca tende a desquamare con molta più facilità portandosi via la tintarella estiva. In conclusione meno aria condizionata e abbronzatura dorata che dura più a lungo.

Il sole al rientro dalle vacanze

5 – Sole sole e ancora sole

L’estate è ancora lunga, ma anche quando arriverà l’autunno molte giornate saranno calde e piacevoli per praticare sport all’aperto o per concedersi una passeggiata in un parco o per una gita al lago nel weekend. Approfitta di questi momenti, una pausa pranzo, un pomeriggio libero dal lavoro in ufficio, il fine settimana, sfrutta questi momenti di relax, bastano anche 20/30 minuti trascorsi al sole per fissare e prolungare l’abbronzatura dorata. Ricordati, durante l’esposizione, di usare sempre la crema solare, la protezione è importante tutto l’anno! Ne parlo qui:

Solare tutto l’anno, si o no?

Per concludere ti auguro un buon rientro dalle vacanze e un’abbronzatura dorata e lunghissima. Tua Mrs Adorable.

Mrs AdorableCome mantenere un’abbronzatura dorata
Leggi altro

Prendere il sole: perché in montagna ci si abbronza di più?

No comments

Se dico abbronzatura probabilmente mare è la parola che quasi sicuramente ti viene in mente. non tutte sanno però che è la montagna la regina dell’abbronzatura! Si è tutto vero in montagna ci si abbronza di più!

Sono Mrs Adorable e sto per svelarti alcune curiosità sull’abbronzatura in quota. Non è assolutamente necessario scegliere la spiaggia per la tintarella, anzi la montagna abbronza più intensamente e più velocemente, il motivo è semplice, più sali e meno atmosfera hai tra te e il sole, cio significa meno filtri naturali per le radiazioni solari che risultano più intense, ecco spiegato perchè la tintarella in montagna è molto più intensa e veloce. I raggi solari più potenti stimolano velocemente la formazione della melanina, il meccanismo di protezione naturale della pelle che è alla base dell’abbronzatura.

abbronzarsi in montagna, la protezione è importante

Perché sembra esattamente l’opposto? 

Sai perchè hai la sensazione di abbronzarti di meno in montagna? La temperatura è molto più fresca rispetto al mare e spesso è accompagnata da un’aria piacevolmente frizzante, questa combinazione elimina la sensazione di calore sulla pelle provata al mare e porta a credere che l’intensità dei raggi solari sia inferiore. In realtà è molto più facile scottarsi in montagna, perché il fresco porta a prolungare l’esposizione al sole e quando ti accorgi che la pelle è arrossata è ormai troppo tardi. Ci sono condizioni particolari dove l’intensità delle radiazioni è molto più forta come ad esempio quando ti trovi in prossimità di corsi d’acqua, laghi o ghiacciai. I raggi solari in questo caso diventano molto più potenti perchè oltre ad avere meno atmosfera e quindi meno filtro, vengono riflessi dall’acqua e dalla neve provocando arrossamenti, scottature ed eritemi in modo ancora più rapido.

Crema solare si o no? 

La protezione è un must che non deve mancare mai in montagna come al mare, oltre a proteggerci dalle scottature, protegge dall’invecchiamento precoce della pelle e dallo sviluppo nel lungo periodo di malattie anche gravi. Il consiglio che mi sento di darti è aumentare il fattore di protezione e utilizzare una crema solare SPF 30, così le escursioni, le uscite in canoa sul lago o le attività all’aria aperta in quota saranno piacevoli e doneranno una tintarella da far invidia alle amiche che hanno scelto la vacanza al mare, inoltre consiglio di ripeti l’applicazione della crema più volte durante la giornata per ripristinare l’efficacia del fattore di protezione. Non serve scalare l’Everest per godere della maggiore intensità dei raggi solari, anche a quote modeste ci si abbronza tantissimo ed è fondamentale proteggersi per non rovinarsi la vacanza.

Protezione solare anche in montagna

La crema dopo sole è utile in montagna?

Assolutamente si! La crema doposole è fondamentale per il benessere della pelle in quanto nutre, idrata e aiuta nella guarigione di eventuali arrossamenti. A fine giornata, dopo aver goduto dei panorami mozzafiato che solo la montagna sa regalare e dopo un bagno rilassante, concediti un massaggio per spalmare con delicatezza la crema doposole, non solo è una piacevole coccola, ma dona alla pelle i nutrienti e l’idratazione per attenuare gli arrossamenti dovuti all’esposizione solare e prepara la pelle per la giornata successiva all’aria aperta.

Credo che la tintarella sia associata quasi esclusivamente al mare perché la maggior parte delle persone in estate lo preferisce per passarci le vacanze, forse è naturale pensare alla spiaggia e al lettino come situazione ideale per prendere il sole, in realtà abbiamo scoperto insieme che in montagna il sole è molto più forte, soprattutto in presenza di corsi d’acqua, laghi o ghiacciai ed è più facile avere una tintarella intensa ma è importantissimo prestare molta attenzione alla protezione per avere un abbronzatura sana e forte per godere dei benefici del sole ed avere una pelle sana e luminosa.

Buona abbronzatura in montagna, sana e forte da Mrs Adorable.

Mrs AdorablePrendere il sole: perché in montagna ci si abbronza di più?
Leggi altro

Crema doposole qual’è la migliore?

No comments

Una super abbronzatura non passa solo dalla protezione solare, indispensabile come ripeto sempre, ma diventa ancora più bella e duratura grazie alla crema doposole. Con questo piccolo grande accorgimento darai tanto sollievo alla tua pelle che ringrazierà con una tintarella da urlo.

La crema doposole è un prodotto che non deve mancare nel tuo kit per le vacanze, è il segreto che ti permette di ottenere un’abbronzatura mai vista, grazie ai benefici che porta alla pelle.

Sono Mrs Adorable e voglio darti alcuni semplici consigli per ottenere il massimo dalla crema doposole.

Adorable Beauty crema doposole gambe

Come deve essere?

Una buona crema doposole deve avere ingredienti di qualità e naturali per ottimizzare gli effetti benefici e dare sollievo alla pelle, deve avere una buona texture non troppo liquida che permetta alla pelle di assorbire velocemente, essere profumata ma non troppo per non lasciare profumi persistenti che mascherano l’odore naturale della pelle e interferiscono con deodoranti o profumi e infine il formato migliore è il dispenser che permette un’erogazione precisa della quantità desiderata per evitare sprechi.

Come va utilizzata?

La crema doposole va applicata abbondantemente con un massaggio circolare su viso e corpo subito dopo l’esposizione al sole. Una buona crema doposole viene assorbita rapidamente senza lasciare tracce di untuosità. Alla fine della giornata in spiaggia o in montagna, e dopo una doccia rigenerante, l’applicazione della crema doposole diventa una piacevole routine, che rilassa e rinfresca il nostro corpo preparandolo per la sera e la giornata successiva di vacanza.

Adorable Beauty Crema doposole scottatura

Quali benefici apporta?

Grazie alla sua composizione porta freschezza e lenisce i rossori, mantiene la pelle morbida,  previene screpolature e desquamazioni, il suo fattore di idratazione naturale ripristina l’idratazione cutanea grazie alla capacità di trattenere i liquidi. Alleviare rossori e irritazioni è molto importante perché dona immediatamente una sensazione di benessere ed elimina quell’effetto fastidioso di pelle che tira. Inoltre la capacità di idratare la pelle è tanto importante quanto la protezione durante l’esposizione. Durante l’estate e soprattutto durante le vacanze è fondamentale prestare cura all’idratazione se vogliamo ottenere l’abbronzatura perfetta. Ne ho parlato spesso nel blog ma se ti sei persa l’articolo in cui ne parlo in modo specifico eccolo qui:

Abbronzatura perfetta, l’importanza dell’idratazione

Quale scegliere?

Affidati a prodotti di qualità, evita prodotti troppo economici o in confezioni formato famiglia, esattamente come le creme solari anche la crema doposole ha una scadenza e con il passare dei mesi perde la sua efficacia. Le migliori utilizzano formulazioni testate che non provocano effetti collaterali ed eruzioni cutanee sulle pelli più sensibili.

In conclusione un’ottima crema doposole restituisce alla pelle idratazione e freschezza e contribuisce a rendere l’abbronzatura indimenticabile! 

Buone vacanze e buona idratazione e buona abbronzatura dalla tua Mrs Adorable.

Mrs AdorableCrema doposole qual’è la migliore?
Leggi altro

Come avere una pelle abbronzata fresca e idratata

No comments

Sole, sole e ancora sole, l’estate è nel pieno del suo splendore, alcune di voi sono già andate in ferie, altre stanno partendo e tante si prenderanno una meritata pausa di relax ad agosto, in comune avate la voglia di una pelle abbronzata.

Il sole è nostro alleato, grazie ai suoi raggi viene prodotta la vitamina D preziosa per il nostro benessere, ne traggono beneficio ossa e muscoli ed è un incredibile toccasana per il buon umore. Quindi sotto con l’abbronzatura, i raggi solari, con le dovute precauzioni sono nostri amici.

Ed è proprio di questo che ti voglio parlare in questo articolo, voglio svelarti pratici consigli per ottenere il massimo dalla tintarella e avere una pelle liscia e idratata. Sono Mrs Adorable e questi sono i miei 5 consigli TOP.

Pelle abbronzata e beta carotene

PRIMO CONSIGLIO: Beta carotene

Il beta carotene è un alleato incredibile per l’abbronzatura, la rende più colorata e dorata ma poche sanno che il beta carotene rende la pelle morbida e sana in quanto favorisce la crescita e la riparazione dei tessuti. Il suo nome è strettamente legato alla carota che tutte noi conosciamo per le proprietà pro tintarella. Durante l’estate è fondamentale assumere beta carotene perché il sole, il vento e il sale del mare tendono a seccare e screpolare la nostra pelle. La sua azione permette alla pelle di rigenerarsi pià velocemente e rigenera i tessuti aiutando la guarigione di piccole scottature ed eritemi.

Ne ho parlato in questi articoli:

Beta Carotene: cos’è e come aiuta l’abbronzatura

Beta carotene: un alleato per la protezione della pelle in estate

SECONDO CONSIGLIO: Idratare la pelle

Quanta sete si ha d’estate? Normalmente nel periodo estivo si avverte una sensazione di sete molto forte, il nostro organismo ci avvisa che dobbiamo bere e dissetarci, allo stesso modo la nostra pelle ci manda segnali inequivocabili quando ha bisogno di idratazione, l’epidermide va considerata come se fosse una persona e nel periodo estivo ha bisogno di molta idratazione in più. Poche semplici azioni ci permettono di idratare la pelle come ad esempio utilizzare l’acido ialuronico. Oltre ad essere un tonico formidabile aiuta a trattenere l’acqua mantenendo la pelle morbida e idratata. Una pelle idratata si abbronza molto meglio rispetto ad una pelle secca e sofferente.

Pelle abbronzata e idtarara

TERZO CONSIGLIO: Idratare dall’interno

Siamo fatte di acqua, berne la giusta quantità è fondamentale per il nostro benessere. Ma l’acqua non è l’unica fonte naturale da cui attingere per avere una corpo idratato.  Oltre a bere almeno due litri d’acqua al giorno è importante integrare la dieta con tanta frutta e verdura, oltre ad essere alimenti freschi ed ideali per l’estate apportano tante vitamine al nostro corpo per un mix di benessere ed energia unico. Ma quanto è bella da vedere una super insalatona tutta colorata o una mega macedonia rinfrescata da una pallina di gelato?

Pelle abbronzata e sana, le giuste pause

QUARTO CONSIGLIO: Concediti delle pause

Si lo so, la tentazione è forte, sei finalmente al mare, la voglia di abbronzatura potrebbe portarti a esagerare con l’esposizione, ma una pelle sofferente per le troppe radiazioni potrebbe irritarsi, scottarsi e potrebbero comparire eritemi, senza contare i danni nel lungo periodo come l’invecchiamento precoce. Se vuoi una pelle fresca e sana devi darle “il tempo di respirare” ed esporti evitando le ore più calde, aumentando gradatamente il tempo di esposizione giorno dopo giorno e ovviamente proteggendo sempre con un buona crema solare.

QUINTO CONSIGLIO: Coccolati a fine giornata

Ti sei idratata, hai assunto beta-carotene, hai idratato la pelle e ti sei protetta con una buona crema solare bene ma non benissimo! Per completare l’opera a fine giornata, dopo una doccia rinfrescante, concediti un massaggio rilassante applicando la crema doposole. La crema doposole nutre e idrata la pelle rinfrescandola, donando sollievo in caso di piccole scottature ed arrossamenti e preparando al meglio la pelle per la giornata successiva.

E come sempre buona abbronzatura con una pelle abbronzata sana, fresca e idratata dalla tua Mrs Adorable.

Mrs AdorableCome avere una pelle abbronzata fresca e idratata
Leggi altro

Abbronzatura perfetta con la giusta protezione

No comments

Estateee!!! Tutte pronte per crogiolarsi al sole e sfoggiare l’abbronzatura più bella, dorata e luminosa di sempre?

È da tempo che lo dico, racconto e scrivo: DEVI PROTEGGERTI!

Scusa il maiuscolo, ma sono Mrs Adorable e il mio compito è quello di consigliarti al meglio per la tua bellezza sana e sicura.

Abbronzarsi piace a tutte, rende più belle, minimizza le imperfezioni della pelle, la rende più uniforme e ci fa sentire più attraenti. È necessario però esporsi al sole con la consapevolezza che le radiazioni possono essere molto dannose se non si presta attenzione ad alcune piccole, ma fondamentali regole, per una tintarella dorata e sana.

Cosa succede quando ti esponi troppo a lungo e senza protezione? Nei migliori dei casi arriva una fastidiosa scottatura, nei peggiori eritemi e infiammazioni cutanee possono compromettere buona parte della vacanza.

Perché rovinarsi giornate di meritato relax quando con la giusta protezione possiamo invece goderci il mare, la montagna o i pomeriggi in piscina?

Fototipo, questo sconosciuto

Ogni pelle ha un modo di reagire diverso al sole, pelli più chiare tendono ad essere più sensibili e delicate, mentre pelli più scure o abbronzate sopportano meglio l’esposizione solare. Ti sarà capitato di confrontarti con le amiche e scoprire che c’è chi si abbronza senza particolari problemi ma c’è sempre l’amica che non passa estate senza scottarsi. Tutto dipende dalle buone regole per l’esposizione al sole ma anche dal fototipo.

Il fototipo viene utilizzato per classificare la pelle e indica la quantità e qualità della melanina che caratterizza il nostro colore. Questa classificazione determina il grado di sensibilità della pelle all’esposizione solare. Ma vediamo insieme i diversi gradi e le protezioni che sento di consigliarti:

FOTOTIPO 1

Capelli biondi o rossi con pelle molto chiara, il mio consiglio è una protezione molto alta (SPF 50+);

FOTOTIPO 2

Capelli biondi o castani con pelle chiara, il mio consiglio è una protezione da molto alta ad alta (SPF 50);

FOTOTIPO 3

Capelli biondo scuro con pelle sensibile, ti consiglio una protezione medio-alta (SPF 50 – SPF 30 sulla pelle già abbronzata);

FOTOTIPO 4

Capelli castani con pelle moderatamente sensibile, ti consiglio una protezione media (SPF 30) con l’accortezza di iniziare l’esposizione solare gradatamente nei primi giorni;

FOTOTIPO 5

Capelli neri o castano scuro e carnagione olivastra, in questo caso il consiglio è una protezione bassa (SPF 15) 

FOTOTIPO 6

Capelli scurissimi o neri e pelle non sensibile per la quale è più che sufficiente una protezione bassa (SPF 6)

Ti consiglio inoltre di applicare più volte la protezione durante il giorno, più o meno ogni due ore e dopo ogni bagno o doccia, in modo da ripristinare la massima efficacia dei filtri.

Lo dico spesso:

Prevenire è meglio che curare!

La protezione solare non solo protegge dai danni immediati del sole ma previene l’invecchiamento cutaneo, ne ho parlato in questo articolo:

Crema solare il miglior antiage, lo sapevi?

e in questo:

Abbronzatura sana, proteggersi è importantissimo

E se mi sono scottata?

Lo dico sempre, la prevenzione è la migliore soluzione, ma nonostante tutte le attenzioni del caso può succedere, soprattutto per le pelli più chiare, di imbattersi in una scottatura, cosa fare? Ecco alcuni semplici consigli:

  1. In seguito ad una scottatura, evita per quanto possibile l’esposizione al sole anche durante una passeggiata, per farlo copriti con abiti lunghi, freschi, leggeri e in tessuti naturali. Evita jeans o vestiti aderenti.
  2. Preferisci una doccia fresca la bagno e asciugati delicatamente la pelle con un asciugamano morbido cercando di tamponare e non strofinare.
  3. Bevi molta acqua per idratarti ed aiutare la pelle nel processo di guarigione.

Crema doposole

Ma un’abbronzatura perfetta non passa solo dalla protezione, più hai cura della tua pelle e più la tintarella sarà da urlo! Ti consiglio di applicare la crema doposole alla fine di ogni giornata, oltre ad essere una piacevole coccola aiuterà la tua pelle ad idratarsi, la renderà più morbida e pronta per affrontare la giornata successiva di vacanza al top.

Buona abbronzatura, sana e intensa da Mrs Adorable.

Mrs AdorableAbbronzatura perfetta con la giusta protezione
Leggi altro